Archivi Blog

Solidarietà al Segretario della REFO per gli atti omofobi subiti

L’associazione Fiumi d’Acqua Viva – Pace Giustizia e Salvaguardia del Creato, esprime la solidarietà di tutti i soci e dirigenti al Segretario della REFO Valentino Coletta, per gli odiosi atti omofobi di cui è stato vittima. E’ ormai giunto il momento che l’omofobia venga riconosciuta  per quello che è, cioè violenza discriminatoria e razzista, che nega i fondamentali diritti della persona. Gli atti di violenza motivati da omofobia sono infatti la manifestazione di una intolleranza inaccettabile, in particolare per noi credenti, profondamente convinti che l’Amore divino non discrimina mai fra le sue creature. Ci auguriamo che i criminali che hanno agito vengano rapidamente trovati e puniti. Non possiamo però esimerci in questa ennesima dolorosa occasione  dallo stigmatizzare il comportamento del nostro Parlamento, che ormai da troppo tempo rinvia l’approvazione di una legge che consideri l’omofobia non come semplice aggravante di altri reati di violenza, ma come reato autonomo, particolarmente odioso perché rivolto contro una componente della persona, la sua sessualità, che ne costituisce l’intima essenza. Esprimiamo la nostra solidarietà anche alla REFO, a cui ci sentiamo uniti da legami storici e di comune origine.

La Presidente di Fiumi d’Acqua Viva
Dott.ssa Marta Torcini

*****

Il comunicato della REFO: http://refoitalia.wordpress.com/2013/08/02/attacchi-ed-insulti-omofobi-al-segretario-refo/

Annunci

Come essere buoni samaritani nella società contemporanea

Ricordiamo ai lettori del nostro sito che il prossimo appuntamento con gli incontri teologici e biblici di “Fiumi d’acqua viva”, avrà luogo Venerdì 28 gennaio, alle ore 21 presso il Centro comunitario Valdese di Firenze in Via Manzoni, 19 (nei pressi di Piazza Beccaria). L’incontro sarà condotto dalla nostra socia Elisa Cesan, educatrice professionale ed operatrice in strutture di assistenza sociale della Diaconia valdese, e dal Presidente Claudio Cardone; i due, impegnati in ambito lavorativo nello stesso settore, ci indirizzeranno in una discussione su un tema che è emerso durante i nostri incontri: se Dio “sconfina” in particolare in favore degli “ultimi della terra”, noi, come cristiani siamo chiamati ad operare proprio verso costoro. Come è possibile fare questo in questa società che premia solo la “produttività” e l’interesse mediatico (spesso anche nelle nostre chiese)? Partendo dalle esperienze di chi, nella nostra associazione, lavora quotidianamente con persone in difficoltà, cercheremo di dipanare questi quesiti. Chiunque sia interessato è caldamente invitato a partecipare.

Info: fiumidacquaviva@gmail.com – 3487453594 (Claudio) – 3293276430 (Marta)