Cosa possiamo fare noi?

Discorso programmatico della Presidente Marta Torcini

La mia elezione a Presidente mi dà la responsabilità di portare avanti e sviluppare i temi da sempre fondamento della nostra Associazione, la Pace, la Giustizia e la Salvaguardia del Creato, nell’ottica del credente evangelico.  Ma cosa significano per noi questi tre temi? Essi riassumono tutto quello che speriamo nella nostra fede in Cristo e sono strettamente interconnessi.
La Pace non è solo assenza  di guerra. Certo, anche questo, ma in un’epoca in cui la guerra come l’hanno vista e vissuta le generazioni prima di noi non esiste più, pace significa soprattutto eliminazione dei conflitti “locali” nelle tante aree geografiche dove spesso si trascinano da decenni,  e di cui spesso non si parla neppure più: dalla Palestina al Saharawi, dal sud del Sudan al Corno d’Africa, dall’India al Bangladesh, dall’Afghanistan al Tibet, solo per ricordarne alcuni, che si trascinano dietro morti, distruzione, povertà, perdita di identità e di status. Tutto questo non è causato solo dalle differenze religiose, che pure ci sono e hanno il loro peso, perlomeno come occasione per gli scontri. Sono causati soprattutto dalla povertà e dall’arroganza di chi, negando il principio cristiano (ma non solo) della solidarietà, cerca di sfruttare in modo esclusivo risorse naturali che appartengono invece a tutta l’umanità.
E qui entra in gioco la Giustizia. Sì, perché pace e giustizia non possono essere separate:  dove non c’è giustizia non può esservi pace. La giustizia divina certo, ma, come ci ha insegnato Gesù in ogni atto della sua testimonianza umana, anche giustizia terrena. Gesù si preoccupava prima di tutto dei poveri e degli esclusi, di tutti gli emarginati, la Sua predicazione era predicazione di giustizia. Perciò noi, nell’ascolto della Sua Parola e per fare ciò che Lui ci ha chiesto, dobbiamo occuparci dei diversi e degli esclusi, i poveri, ma anche tutti gli emarginati perché in qualche modo discriminati: le donne e i bambini, le persone LGBT, le persone di colore (qualunque “colore”), gli immigrati ecc. Gli emarginati sono tanti ed è difficile persino farne un elenco.
E cosa c’entra la Salvaguardia del Creato? Eccome se c’entra! Non può esservi né pace né giustizia senza un ambiente naturale integro e che offre a tutti le sue risorse, non perché le sfruttiamo ma perché le utilizziamo per noi con moderazione e rispetto,  e le conserviamo integre per le generazioni future, così come Dio ce le ha donate. E non può esservi pace né giustizia se non riusciremo a trovare un nuovo e pacifico rapporto con tutti gli altri esseri viventi, con tutte le altre creature, gli animali per primi, con cui condividiamo questa straordinaria terra che ancora, ma forse per poco, ci sopporta, e che non sono stati messi a nostra disposizione come schiavi, ma che ci sono stati dati perché ce ne assumiamo, noi fatti a immagine di Dio, la responsabilità come fratelli minori.
Dopo tutta questa premessa la domanda viene spontanea: cosa possiamo fare noi? Moltissimo, con l’aiuto di Dio. Noi (e intendo noi credenti, quindi ciascuno di noi indipendentemente dal suo ruolo nella società) siamo gli strumenti di cui Dio si serve per seminare la Sua Parola. Se darà frutto non dipende da noi, ma abbiamo il dovere di impegnarci perché la Parola si diffonda. La nostra Associazione lavora, da quando è stata fondata quattro anni fa, per questo scopo: diffondere la Parola di Pace, Giustizia e Salvaguardia del Creato che Gesù stesso ci ha insegnato, attraverso incontri mensili, eventi, momenti di preghiera e di ascolto.
Fiumi d’Acqua Viva adotterà come tema guida, per ciascuno dei prossimi tre anni di lavoro insieme, uno dei tre temi del nostro nome. Quest’anno cominceremo dalla Salvaguardia del Creato.
Saranno organizzati incontri mensili serali, di cui troverete il programma da ottobre fino a giugno a breve sul sito, con argomenti specifici che verranno sviluppati, sulla base di letture bibliche, da un teologo o teologa oppure un predicatore o predicatrice (i nomi saranno indicati nel programma) che ci guiderà con una introduzione e poi nella discussione. I risultati degli incontri saranno di volta in volta pubblicati sul sito. Organizzeremo anche incontri di preghiera, con letture dalla Bibbia e da Vangeli, e incontri più conviviali, nei quali la preghiera sarà propedeutica al dialogo e all’ascolto dell’altro.
Organizzeremo poi altri eventi di uno o più giorni. Il primo si terrà il 21 settembre a Casa Cares (Reggello), e avrà per tema “Il creato oltre l’uomo”. Ne troverete il programma entro la fine di agosto, sempre sul nostro sito. I prossimi saranno pubblicizzati più avanti.
Per la settimana contro la violenza omofoba, com’è ormai tradizione per la nostra Associazione, organizzeremo il culto e almeno un evento, di cui daremo notizia a tempo debito. Naturalmente siamo aperti alla collaborazione con altri che abbiano gli stessi obiettivi: continueremo a coltivare il nostro rapporto con la Consulta comunale di Firenze per la lotta alla violenza omofoba, consulta di cui facciamo parte ormai da due anni, e continueremo a promuovere la collaborazione con associazioni cristiane, di altre confessioni e laiche sui temi che ci sono cari, in ogni parte d’Italia.
Una cosa desidero che sia chiara: i nostri incontri ed eventi sono aperti a tutti, evangelici e non, credenti e non. Gesù non ha mai escluso nessuno, perché dovremmo farlo noi?
Auguro a tutti noi e a me stessa un buon e proficuo lavoro, con l’aiuto del Signore, che chiediamo nel nome di Gesù Cristo. Amen.
Marta Torcini

Advertisements

Pubblicato il 6 luglio 2013, in Altre chiese, Associazione, Chiesa valdese con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...