Nuovo corso per “Fiumi d’acqua viva”

Rinnovata la fiducia agli organi sociali

Si è svolta a Firenze la sera del 29 settembre scorso la III Assemblea Nazionale dell’Associazione “Fiumi d’acqua viva“. Gli intervenuti hanno eletto l’ex Presidente dell’Associazione Andrea Panerini come Presidente dell’Assemblea e Giampaolo Pancetti (della Chiesa veterocattolica di Firenze sotto la giurisdizione anglicana) come scrutatore. Il dibattito ha riguardato prevalentemente, oltre all’ordinaria amministrazione dell’Associazione, la missione che “Fiumi d’acqua viva” ha in Italia e nell’ecumene cristiano. Ritenendo di non doversi più occupare solo di “fede e omosessuali”, senza tuttavia rinnegare la tematica e considerandola come elemento imprescindibile della propria identità, l’Assemblea ha allargato il campo dell’Associazione alle parole d’ordine del Consiglio Ecumenico delle Chiese “Pace, Giustizia e Salvaguardia del Creato”. Pur nascendo in ambito protestante, l’Assemblea ha ribadito che “Fiumi d’acqua viva” è una comunità cristiana ecumenica in cui i cristiani e le cristiane di ogni confessione, di ogni razza, di ogni orientamento sessuale e affettivo posso incontrarsi per riconoscersi come figlie e figli di Dio e discepoli del Cristo risorto.
“L’allargamento degli orizzonti dell’Associazione non significa l’abbandono della riflessione su fede e omosessualità – ha dichiarato Claudio Cardone, Presidente di “Fiumi d’acqua viva” – ma significa che per noi l’essere cristiani e cristiane insieme implica delle precise responsabilità etiche e culturali oltre un rinnovato impegno di fede e vuole mirare ad evitare che le persone GLBT cristiane, con le loro sensibilità, si rinchiudano in ghetti ecclesiastici o teologici proiettandoli invece nella globalità della discussioni dell’essere cristiani oggi in questo mondo in piena trasformazione e autodistruzione. Il nostro impegno per costituzione della Consulta contro l’omofobia del Comune di Firenze testimonia che non abbiamo affatto abbandonato le battaglie sostenute finora, le ampliamo”.
“La discussione sulla salvaguardia del Creato – ha aggiunto la segretaria Marta Torcini – ci sta particolarmente a cuore perché riteniamo sia uno dei problemi chiave del nostro tempo che vada affrontato nella riflessione delle chiese, delle associazioni e dei movimenti.”
L’Assemblea ha poi approvato vari atti che impegnano la Segreteria e il Presidente ad ampliare la rete di adesioni verso organizzazioni cristiane, chiese e gruppi di discussione teologica oltre che a un rinnovato impegno nel creare una rete nazionale che vada al di là della positiva esperienza fiorentina.

Annunci

Pubblicato il 11 ottobre 2012 su Altre chiese, Associazione, Chiesa valdese, Omosessualità. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...